Still Life

Salone del libro usato

Oggi sono stata parecchio lavativa: nel mio giorno di riposo settimanale avrei dovuto fare tantissime cose, poi come al solito non si è fatto una cieppa. E’ una costante tremenda. Ti fai millegiga progetti e poi… non ti suona la sveglia, arriva un ospite, cucina tu, lava i piatti, porta a spasso la Bestia… e il tempo va via.

Però oggi è stata una giornata molto Serendipica: il Salone del libro usato. C’è a Milano fino a domenica, trovate tantissime robine interessanti, dai fumetti agli erbari e libelli delle opere liriche del 1890.
Se cercate manga in stock completi, c’è anche quello. Ho visto anche un trattato sull’evoluzione della vita sul pianeta del 1900, sono cose che comprerei al volo se fossi ricca.

Cioè dai commozione, le strisce di Blek! e di Tex tagliate ancora a striscia e non ad albetto come lo vediamo mò in edicola! Pregissimo. Il primo numero de lUomo Ragno e Daredevil coi colori evidenziatore, fantastico.
E’ bruttissimo cercare dei libri in questi ultimi anni, ci avete fatto caso?
Cerchi Lo Hobbit? Ritirato dal mercato che deve uscire il film.
Cerchi Lovecraft? AUGURI: il dipendente medio delle grosse librerie è un povero disperato come te che ti guarda spaesato perché non  sa che diavolo è.
Malauguratamente sto cercando un libro che è sparito dalla circolazione, ma non perché è una edizione di pregio rilegata in pelle umana e vergata in inchiostro d’oro massiccio coi bulloni forgiati dai nani con ferro meteorico, sto cercando un diamine di libro con la coperta di plastica pubblicato in italia nel ’90 che ha l’unica colpa di essere il PRIMO capitolo degli altri 6 che ho.
E il fatto è che tutto il bagaglio di roba del genere fantasy, horror, sci fi è difficile da recuperare in libreria. Quelle grosse. Quelle dove vai quando devi prendere un biglietto da concerto e le cuffie già che ci siamo diamo un occhio ai cd…
Poi siccome io risparmio su tante cose ma non su cibo, scarpe, materiale da disegno e libri, sono andata per cercarne uno…

Spesa

ne ho presi sei. Ma solo perché avevo finito i soldi e non avevano il bancomatto.
Si ok sembrano ripetitivi come genere, che palle sempre fumetti e roba zarra fantascientifica… {uno è Moebius, CIOE’}
Beh non avevano il bancomatto se no avrei preso al volo anche i 5 di John Carter, ancora dell’edizione vecchia, che se c’è qualcosa che detesto sono i libri con la copertina con la fotazza del film.
Però li ho prenotati, che il sciuro e la moglie del banchetto mi hanno trovato anche il libro che cercavo, ma lo hanno in negozio.
Cioè commozione: un libraio vero! Gli ho chiesto un titolo sapeva tutto. TUTTO. Anno di pubblicazione numero di catalogo, autore, editore “sa, abbiamo 20mila titoli in negozio”.
Quando è proprio il tuo mestiere lo sai fare, senza “ahn… Lovecraft ha provato nell’erotico?”

Sono una coppia simpatica e tenera, se passate da Milano fateci un salto, hanno TUTTO: la libreria è vicino alla Stazione centrale {Via Ponte Seveso, 27}.
Cosa c’è di meglio di un libro di fantascienza per prendere il treno?
Tarzan è nato così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...