Presentazione “My boyfriends is a bastard” {RenBooks}

Stasera mi sono avventurata alla presentazione di questo libricino in una delle fumetterie più giovani di Milano “wast of Time” – zona Corso Lodi/ Porta Romana}- per la presentazione in anteprima di un piccolo volumetto nato da un progettino su Tumblr, con un giorno di anticipo:

esce domani, fatidico 14 febbraio di cui ho già abbondantemente sparlato più addietro. Giustamente, “my boyfriend is a Bastard”, by Luca de Santis e Damiano Clemente, edito da RenBooks.

Disegno abilmente scippato

E io ce l’ho già col disegnetto!
Ah già: i protagonisti sono due maschietti. Ma tanto sono così assoluti che ogni situazione illustrata in ogni pagina può adattarsi a qualsiasi coppia sulla faccia della terra, dato che gioca sulla dicotomia dei due elementi debole/ forte estremizzati della coppia.

La presentazione è stata davvero carina e amichevole, dove qualcuno ha detto molto intelligentemente che:
1) “il fumetto non deve incarnare per forza la “realtà”, ma può anche discostarsene.
2) Se si tenesse in conto il potere narrativo davvero del fumetto, si potrebbero fare molte cose nelle scuole. {Non l’ho detto apertamente, ma diciamolo: a 12 anni, quando ti obbligano a leggere della roba che nemmeno il professore capisce vecchia di 50 anni, magari non hai tutta ‘sta voglia di seguirla. E’ proprio a quest’età che generalmente si abbandona Topolino per altro. I fumetti non attirano i ragazzini perché sono semplicemente “disegnati”, ma perché le vignette sono in soggettiva del personaggio che stiamo seguendo, per cui c’è molta empatia ed immedesimazione con quello che si legge. C’è epicità sia nell’Orlando Furioso tanto quanto in Civil War della Marvel -solo il più famoso che mi viene in mente senza scomodare Principe Valiant e Conan anche loro ormai di 40 anni fa-, solo che per l’Orlando Furioso il primo ad essere preparato dev’essere il professore e il ragazzino da solo non lo può capire. Non sono gli anni che passano a dare importanza ad un prodotto, quando il suo contenuto. Se si educano i ragazzi ad interessarsi per gradi, a 12 anni ok, leggeranno un fumetto, ma 20 adoreranno le  opere che li hanno preceduti, perché avranno più mezzi per capirle}.
3) “Non è giusto che una ragazza non possa scrivere horror, o fantascienza o altro solo perché, appunto, è una ragazza” ç_ç ❤ { si però ora voglio il manga coi robottoni che si picchiano che mi hanno promesso perché ho una carenza di Cherno Alpha nelle vene.}

Dedichine abilmente scippate

Alla Wast of Time trovate di tutto. A parte tutto il catalogo RenBooks, casa editrice unica in italia specializzata per fumetti glbtqi, c’è una dotazione di gagdet di un nerdume allucinante, tipo: il salvadanaio a forma di Dalek blu che un giorno sarà mio, i pupacchiotti morbidosi di He-Man… e una cosa veramente fighissima è l’angolino “lettura”, dove si possono lasciare dei vecchi fumetti e leggere quelli che ci sono su una poltroncina, che è una cosa molto carina.

Ora, a parte che tutti erano di una carineria estrema, segnalo anche un altro fumetto della Ren Book che ho preso un po’ di tempo addietro, cioè “Soraio Flutter” che, se non c’è un luogo che spaccia i fumetti di questa casa editrice a casa vostra, potete benissimo trovarlo qui per la folle spesa di qualcosa meno di 3 euro {i manga costano generalmente il doppio}.
In breve è la storia di un ragazzo che si trasferisce in una nuova scuola e fa amicizia con un compagno di classe isolato da tutti gli altri, un po’ per pettegolezzi un po’ perché è piuttosto chiuso. Man mano che la storia si dipana infatti i due diventano amici spingendo uno ad aprirsi di più, e l’altro ad affrontare realtà più ampie.  Uno impara ad accettare e l’altro ad accettarsi {il mio personaggio preferito è il capitano della squadra, che anche se compare 3 volte è veramente troppo carino}. Ogni tanto tra un fumetto di gente che muore male e l’altro anche io leggo qualcosa di positivo e amichevole, si.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...