Chiantishire

“Celebri i tuoi riti di giorno o di notte?”
“Di notte, poiché divina è l’ombra.”

Per millenni gli dèi hanno camminato tra gli uomini, ma solo Dioniso si era spinto oltre i confini conosciuti. Era seguito dal suo thiaso di ninfe, satiri e fauni, reclutando donne per mutarle in Menadi, sue seguaci senza tempo disposte ad affiancarlo in una guerra silenziosa e logorante. Valtha fu la prima donna dei Tirreni a essere scelta dal Dio. Abbandonò la sua vita mortale per unirsi ai culti misterici del Dio: è in vita da ventisette secoli, in cui ha visto l’alba e il tramonto del suo popolo, gli Etruschi, ben prima che prendessero questo nome. Poi, per molto tempo, il Dio e il suo Thiaso dovettero separarsi.
Dopo secoli di silenzio del Dio in cui il mondo è mutato e Valtha è riuscita a sopravvivere al tempo,  Dioniso rischia di cadere nell’oblio e scomparire… trascinando con sé anche tutte le sue compagne.  Oggi Valtha vive nelle strade di Firenze. Separata a lungo dal resto del thiaso, dalle compagne e dagli amici, viene finalmente raggiunta da Siro, uno dei satiri più fedeli di Dioniso. Se il dio non viene trovato e curato, svanirà trascinando con sé tutti i suoi seguaci. Con un’ offerta sibillina, Valtha deve accettare o meno di rifondare il thiaso, raggiungere la regina Ariadne e trovare Dioniso prima di altre entità a lui nemiche.

“Prendemmo dimora nei boschi e sui monti, a ballare e a celebrare il nostro signore e scagliare la sua gioia e la sua furia.
Ci chiamarono prive di senno pur di non riconoscerci la libertà, per paura che anche le loro mogli ci seguissero.”

Annunci